Per i suoi 25 anni di attività e pubblicazioni, il quotidiano Italia Oggi ha organizzato una cena di gala che è divenuta un’occasione per affrontare temi interessanti sul mondo del lavoro e, in particolare, delle professioni. In proposito, uno degli interventi più significativi appartiene al Ministro della Giustizia Orlando, che ha tenuto un discorso volto a riconsiderare la tendenza eccessiva – riscontrata soprattutto negli ultimi 20 anni – a liberalizzare le categorie professionali, segnando un’importante inversione di rotta sul tema. La considerazione al tempo stesso riduttiva e generale delle professioni come «soggetti organizzati per la sola fornitura di servizi», afferma il Ministro, ha portato a malfunzionamenti e a distorsioni della natura stessa delle prestazioni offerte, omologando le relative specificità ad altri tipi di servizi.

In questo quadro, andare «oltre il dato economico» sembra essere una possibile e plausibile soluzione, soggetta a diverse interpretazioni. Noi, come ATSC – Agenti Teramo Senza Confini – puntiamo, in proposito, sulla qualificazione della nostra categoria, secondo l’assunto “quantità ma anche qualità”. La nostra mission consiste, infatti, nella qualificazione e nella tutela dell’agente di commercio, attraverso anche e soprattutto un percorso di formazione continua che è confluito nel partenariato con l’Università degli Studi di Teramo, con la creazione della Facoltà di Scienze della Comunicazione per l’azienda e il Commercio.

Siamo orgogliosi della scelta di Italia Oggi di inserirci nel “Libro d’oro delle professioni”.

Qui di seguito l'intervista al Presidente Dott. Franco Damiani
La formazione continua: un asset per gli agenti di commercio di domani
E' la mission di ATSC-Agenti Teramo Senza Confini, che ha stretto una partnership con l'Università di Teramo per il primo corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione con interesse all'intermediazione commerciale

In un contesto economico nazionale nel quale i servizi rappresentano il 73% del mercato, c'è ancora grande spazio per la figura dell'agente di commercio. A patto che sappia garantire una professionalità che, oggi come e più che in passato, passa attraverso una formazione continua di livello eccellente, capace di rispondere con efficacia alle esigenze di uno scenario in costante evoluzione. Basti pensare alla crescente affermazione dell'e-commerce, che sta dettando nuove regole nel rapporto tra aziende e consumatori.

Ne è convinto Franco Damiani, presidente di ATSC-Agenti Teramo Senza Confini, che con i suoi oltre 1500 associati rappresenta una delle più dinamiche realtà del settore non solo in Abruzzo, ma a livello nazionale. "L'alta formazione rappresenta un'occasione cruciale per ripensare la figura dell'agente di commercio e riconoscergli il ruolo centrale che gli è proprio nel tessuto socio-economico italiano. Non a caso, il nostro è il paese con il più alto numero di agenti a livello europeo, a conferma del fatto che la cultura imprenditoriale italiana è fortemente focalizzata sulla fase commerciale. Ecco perchè dotare gli agenti di commercio del know-how, delle competenze e degli skill richiesti da mercati sempre più competitivi, è un compito imprescindibili per organizzazioni come la nostra".

E così, dimostrando in concreto dinamismo e lungimiranza, ATSC sin dal 2013 ha stretto una partnership con l'Università degli Studi di Teramo, varando un progetto pilota unico in Italia: un corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione con particolare interesse all'intermediazione commerciale. "La mission di ATSC è non solo la tutela – afferma Damiani – ma anche e soprattutto la qualificazione dell'agente di commercio. D'altronde, sono finiti i tempi in cui questa professione era vista da molti come una sorta di ripiego, all'insegna dell'improvvisazione e dell'individualismo. E oggi non basta aprire una partita Iva per diventare automaticamente imprenditori: spesso va a finire che l'entusiasmo lascia presto il posto alla disillusione e ci si rimette un sacco di denaro. Da questa consapevolezza è nato il progetto di un corso di laurea professionalizzante sviluppato in collaborazione con l'ateneo teramano, che ha sposato in pieno i nostri obiettivi, confermando che c'è spazio per occasioni di dialogo concreto tra università e mondo del lavoro". Si tratta dunque di un'opportunità sia per aprirsi numerosi sbocchi nella professione, sia per arricchire il professionista attraverso specifiche competenze orientate alla complessa realtà del marketing e dell'intermediazione commerciale.

La laurea triennale in Scienze della comunicazione, esclusiva dell'Università degli Studi di Teramo che per prima ha incluso un corso di "Tecniche di vendita" nel piano di studi di Scienze della Comunicazione, si articola in 180 crediti, 60 per ciascun anno, e 15 esami complessivi. In questi primi quattro anni gli iscritti hanno raggiunto quota 363 e già oltre un centinaio hanno manifestato l'intenzione di iscriversi al prossimo anno accademico 2017/2018. "Oltre al numero complessivo – rileva il presidente di ATSC – vale la pena di sottolineare che gli iscritti provengono praticamente da tutta Italia: una prova tangibile di quanto fosse atteso un corso di alta formazione a livello universitario. Tra l'altro, abbiamo già i primi laureati: 39 nella sessione dello scorso ottobre, cui stanno per aggiungersene altri otto". E proprio l'eterogeneità nella provenienza degli iscritti ha convinto l'ateneo a implementare una piattaforma Internet, che offre l’accesso a risorse multimediali utili per l’apprendimento a distanza. In più, dall'ottobre 2015 i docenti del corso di laurea per agenti di commercio tengono lezione anche a Roma, presso la prestigiosa sede nazionale di UIL-TuCS, che in passato ha ospitato la facoltà di Sociologia dell’Università Sapienza di Roma e il CNR (Consiglio Nazionale della Ricerca).

"Mi piace rimarcare – prosegue Franco Damiani – che le finalità del progetto nato dalla collaborazione tra ATSC e Università degli Studi di Teramo sono state comprese e condivise anche da Enasarco, il nostro istituto previdenziale, che ha deciso di stanziare 2,5 milioni di euro da destinare alla formazione. Attraverso Enasarco, puntiamo anche a far conoscere sempre di più il corso di laurea a livello nazionale. Un altro motivo di soddisfazione per noi è il fatto che non poche aziende ci stanno contattando per avere l'elenco degli iscritti e dei laureati: mai come oggi nelle vendite e nel marketing c'è bisogno di team composti da professionisti qualificati".

Tutto questo senza dimenticare che negli ultimi due anni numerose Camere di Commercio, da Nord a Sud, hanno riconosciuto la validità del corso di laurea teramano, fornendo una valutazione positiva sul percorso formativo relativo all’abilitazione alla professione di agente di commercio e sull’opportunità di accrescere la professionalità di tale figura. Tutte hanno espresso parere positivo sull’idoneità del corso di laurea ai sensi della Legge n. 204/85 disciplinante l’attività di agente e rappresentante di commercio. In sostanza, gli studenti che includano nel percorso formativo gli insegnamenti di “Marketing” e “Tecniche di vendita” vengono qualificati e abilitati per l’attività di agente di commercio.

Naturalmente, ATSC non si limita a seguire la partnership con l'Università degli Studi di Teramo. Coerentemente con lo spirito della formazione continua, l'associazione sta perfezionando il corso di informatica: "Dobbiamo padroneggiare sempre meglio – ammonisce Damiani – gli strumenti informatici e il web, per poter fronteggiare con efficacia l'avanzare dell'e-commerce senza farcene travolgere. Stiamo anche implementando un'iniziativa di formazione itinerante focalizzata sui temi della persuasione e della tecnica di vendita".

Infine, a novembre partirà un master dedicato al management, al marketing e alle tecniche di vendita: un appuntamento attorno al quale c'è già molta attesa.

Oltre vent'anni di attività sul campo

Fondata il 23 dicembre 1995 aderendo alla Federazione Nazionale USARCI, l'Associazione Agenti Teramo Senza Confini – con sede a Giulianova (Te) – è una delle più importanti realtà della Federazione nel centro Italia. Già nel 2006 ha attivato il CAAF, primo centro di assistenza fiscale per agenti di commercio. Nel 2010 è entrata a far parte dell’Osservatorio Provinciale dell’Economia e dello Sviluppo della Provincia di Teramo (OPES). Tre anni più tardi l'associazione ha avviato la partnership con l'Università di Teramo.

Oggi conta oltre 1.500 iscritti, in rappresentanza non solo dell'Abruzzo, ma praticamente di tutta Italia, confermandosi realtà decisamente dinamica e attiva. Se l'attività di formazione continua è centrale nella sua mission, ATSC eroga i servizi classici nelle aree di assistenza sindacale e legale, tributaria e fiscale, finanziamenti e previdenziale.

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Per i suoi 25 anni di attività e pubblicazioni, il quotidiano Italia Oggi ha organizzato una cena di gala che è divenuta un’occasione per affrontare temi interessanti sul mondo del lavoro e, in particolare, delle professioni. In proposito, uno degli interventi più significativi appartiene al Ministro della Giustizia Orlando, che ha tenuto un discorso volto a riconsiderare la tendenza eccessiva – riscontrata soprattutto negli ultimi 20 anni – a liberalizzare le categorie professionali, segnando un’importante inversione di rotta sul tema. La considerazione al tempo stesso riduttiva e generale delle professioni come «soggetti organizzati per la sola fornitura di servizi», afferma il Ministro, ha portato a malfunzionamenti e a distorsioni della natura stessa delle prestazioni offerte, omologando le relative specificità ad altri tipi di servizi.

In questo quadro, andare «oltre il dato economico» sembra essere una possibile e plausibile soluzione, soggetta a diverse interpretazioni. Noi, come ATSC – Agenti Teramo Senza Confini – puntiamo, in proposito, sulla qualificazione della nostra categoria, secondo l’assunto “quantità ma anche qualità”. La nostra mission consiste, infatti, nella qualificazione e nella tutela dell’agente di commercio, attraverso anche e soprattutto un percorso di formazione continua che è confluito nel partenariato con l’Università degli Studi di Teramo, con la creazione della Facoltà di Scienze della Comunicazione per l’azienda e il Commercio.

Siamo orgogliosi della scelta di Italia Oggi di inserirci nel “Libro d’oro delle professioni”.

Qui di seguito l'intervista al Presidente Dott. Franco Damiani
La formazione continua: un asset per gli agenti di commercio di domani
E' la mission di ATSC-Agenti Teramo Senza Confini, che ha stretto una partnership con l'Università di Teramo per il primo corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione con interesse all'intermediazione commerciale

In un contesto economico nazionale nel quale i servizi rappresentano il 73% del mercato, c'è ancora grande spazio per la figura dell'agente di commercio. A patto che sappia garantire una professionalità che, oggi come e più che in passato, passa attraverso una formazione continua di livello eccellente, capace di rispondere con efficacia alle esigenze di uno scenario in costante evoluzione. Basti pensare alla crescente affermazione dell'e-commerce, che sta dettando nuove regole nel rapporto tra aziende e consumatori.

Ne è convinto Franco Damiani, presidente di ATSC-Agenti Teramo Senza Confini, che con i suoi oltre 1500 associati rappresenta una delle più dinamiche realtà del settore non solo in Abruzzo, ma a livello nazionale. "L'alta formazione rappresenta un'occasione cruciale per ripensare la figura dell'agente di commercio e riconoscergli il ruolo centrale che gli è proprio nel tessuto socio-economico italiano. Non a caso, il nostro è il paese con il più alto numero di agenti a livello europeo, a conferma del fatto che la cultura imprenditoriale italiana è fortemente focalizzata sulla fase commerciale. Ecco perchè dotare gli agenti di commercio del know-how, delle competenze e degli skill richiesti da mercati sempre più competitivi, è un compito imprescindibili per organizzazioni come la nostra".

E così, dimostrando in concreto dinamismo e lungimiranza, ATSC sin dal 2013 ha stretto una partnership con l'Università degli Studi di Teramo, varando un progetto pilota unico in Italia: un corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione con particolare interesse all'intermediazione commerciale. "La mission di ATSC è non solo la tutela – afferma Damiani – ma anche e soprattutto la qualificazione dell'agente di commercio. D'altronde, sono finiti i tempi in cui questa professione era vista da molti come una sorta di ripiego, all'insegna dell'improvvisazione e dell'individualismo. E oggi non basta aprire una partita Iva per diventare automaticamente imprenditori: spesso va a finire che l'entusiasmo lascia presto il posto alla disillusione e ci si rimette un sacco di denaro. Da questa consapevolezza è nato il progetto di un corso di laurea professionalizzante sviluppato in collaborazione con l'ateneo teramano, che ha sposato in pieno i nostri obiettivi, confermando che c'è spazio per occasioni di dialogo concreto tra università e mondo del lavoro". Si tratta dunque di un'opportunità sia per aprirsi numerosi sbocchi nella professione, sia per arricchire il professionista attraverso specifiche competenze orientate alla complessa realtà del marketing e dell'intermediazione commerciale.

La laurea triennale in Scienze della comunicazione, esclusiva dell'Università degli Studi di Teramo che per prima ha incluso un corso di "Tecniche di vendita" nel piano di studi di Scienze della Comunicazione, si articola in 180 crediti, 60 per ciascun anno, e 15 esami complessivi. In questi primi quattro anni gli iscritti hanno raggiunto quota 363 e già oltre un centinaio hanno manifestato l'intenzione di iscriversi al prossimo anno accademico 2017/2018. "Oltre al numero complessivo – rileva il presidente di ATSC – vale la pena di sottolineare che gli iscritti provengono praticamente da tutta Italia: una prova tangibile di quanto fosse atteso un corso di alta formazione a livello universitario. Tra l'altro, abbiamo già i primi laureati: 39 nella sessione dello scorso ottobre, cui stanno per aggiungersene altri otto". E proprio l'eterogeneità nella provenienza degli iscritti ha convinto l'ateneo a implementare una piattaforma Internet, che offre l’accesso a risorse multimediali utili per l’apprendimento a distanza. In più, dall'ottobre 2015 i docenti del corso di laurea per agenti di commercio tengono lezione anche a Roma, presso la prestigiosa sede nazionale di UIL-TuCS, che in passato ha ospitato la facoltà di Sociologia dell’Università Sapienza di Roma e il CNR (Consiglio Nazionale della Ricerca).

"Mi piace rimarcare – prosegue Franco Damiani – che le finalità del progetto nato dalla collaborazione tra ATSC e Università degli Studi di Teramo sono state comprese e condivise anche da Enasarco, il nostro istituto previdenziale, che ha deciso di stanziare 2,5 milioni di euro da destinare alla formazione. Attraverso Enasarco, puntiamo anche a far conoscere sempre di più il corso di laurea a livello nazionale. Un altro motivo di soddisfazione per noi è il fatto che non poche aziende ci stanno contattando per avere l'elenco degli iscritti e dei laureati: mai come oggi nelle vendite e nel marketing c'è bisogno di team composti da professionisti qualificati".

Tutto questo senza dimenticare che negli ultimi due anni numerose Camere di Commercio, da Nord a Sud, hanno riconosciuto la validità del corso di laurea teramano, fornendo una valutazione positiva sul percorso formativo relativo all’abilitazione alla professione di agente di commercio e sull’opportunità di accrescere la professionalità di tale figura. Tutte hanno espresso parere positivo sull’idoneità del corso di laurea ai sensi della Legge n. 204/85 disciplinante l’attività di agente e rappresentante di commercio. In sostanza, gli studenti che includano nel percorso formativo gli insegnamenti di “Marketing” e “Tecniche di vendita” vengono qualificati e abilitati per l’attività di agente di commercio.

Naturalmente, ATSC non si limita a seguire la partnership con l'Università degli Studi di Teramo. Coerentemente con lo spirito della formazione continua, l'associazione sta perfezionando il corso di informatica: "Dobbiamo padroneggiare sempre meglio – ammonisce Damiani – gli strumenti informatici e il web, per poter fronteggiare con efficacia l'avanzare dell'e-commerce senza farcene travolgere. Stiamo anche implementando un'iniziativa di formazione itinerante focalizzata sui temi della persuasione e della tecnica di vendita".

Infine, a novembre partirà un master dedicato al management, al marketing e alle tecniche di vendita: un appuntamento attorno al quale c'è già molta attesa.

Oltre vent'anni di attività sul campo

Fondata il 23 dicembre 1995 aderendo alla Federazione Nazionale USARCI, l'Associazione Agenti Teramo Senza Confini – con sede a Giulianova (Te) – è una delle più importanti realtà della Federazione nel centro Italia. Già nel 2006 ha attivato il CAAF, primo centro di assistenza fiscale per agenti di commercio. Nel 2010 è entrata a far parte dell’Osservatorio Provinciale dell’Economia e dello Sviluppo della Provincia di Teramo (OPES). Tre anni più tardi l'associazione ha avviato la partnership con l'Università di Teramo.

Oggi conta oltre 1.500 iscritti, in rappresentanza non solo dell'Abruzzo, ma praticamente di tutta Italia, confermandosi realtà decisamente dinamica e attiva. Se l'attività di formazione continua è centrale nella sua mission, ATSC eroga i servizi classici nelle aree di assistenza sindacale e legale, tributaria e fiscale, finanziamenti e previdenziale.

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti