La ritenuta d`acconto e la ritenuta Enasarco è una trattenuta che grava sui compensi addebitati agli agenti di commercio.

In questo modo, la preponente riveste il ruolo di sostituto d’imposta effettuando il versamento all`erario e alla fondazione in sostituzione del professionista, al quale viene detratta una parte della sua prestazione dalla fattura provvigioni.

La fondazione Enasarco ha inviato a tutti gli agenti le attestazioni fiscali relative al FIRR, contenenti i dettagli degli importi liquidati nel 2011 a titolo di indennità di risoluzione rapporto.

Entro il 28 febbraio di ogni anno successivo, ad ogni agente di commercio al quale si sono effettuate pagameti l’anno precedente con ritenute d’acconto e di Enasarco è obbligatoriio da parte delle ditte preponenti di inviare la certificazione indicante l’avvenuto pagamento dei compensi e la trattenuta effettuata.

Gli agenti di commercio potranno verificare dalla certificazione, di ogni singola preponente, la correttezza dei calcoli effettuati e l’affideranno al proprio CAAF USARCI o al proprio consulente fiscale, per certificare in dichiarazione dei redditi, l’ammontare dell’irpef di competenza già versato e la ritenuta Enasarco quale costo detraibile.

Coloro che riscontreranno inesattezze o non dovessero aver ricevuto le certificazioni, potranno segnalarlo o richiederne una copia alla propria mandante.

Attenzione a quelle mandanti che non inviano la certificazione, verificate se hanno effettuato i versamenti presso la Fondazione Enasarco.

Consigliamo di fare questa verifica in quanto i contributi non versati si prescrivono dopo 5 anni.

Per verifiche sui versamenti Enasarco di ogni ditta mandante, e per qualsiasi informazione potete rivolgervi al CAAF della nostra sede Usarci Regionale info: 085.8025310.

ufficio stampa Usarci Teramo

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Archivi