In data odierna il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Enasarco ha varato uno stanziamento di 2 milioni di euro per fronteggiare le situazioni di prima necessità.

Tale somma aumenterà di oltre il doppio quella già prevista per le erogazioni straordinarie in favore degli iscritti.

L`intervento dell’Usarci è stato fondamentale per l`inclusione di contributi per i danni ai beni strumentali.

In particolare, per gli agenti in attività e per i pensionati residenti nelle
province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo che abbiano subito danni o eventi luttuosi, sono previste le seguenti erogazioni:

• fino a 8.000 euro (non cumulabili) per danni a beni mobili (autovetture,
dotazioni tecniche, beni strumentali) o immobili (abitazioni od uffici);

• fino a 14.000 euro (non cumulabili) nell’ipotesi di decesso dell’agente, del coniuge o di ascendenti o discendenti in linea diretta.

E’ stato inoltre previsto che contributi straordinari analoghi potranno essere successivamente riconosciuti a favore degli iscritti residenti nei Comuni appartenenti ad altre province che le Autorità amministrative competenti riconosceranno essere state interessate dal sisma dello scorso maggio.

La Federazione Nazionale Usarci in data odierna ha provveduto ad informare tutti gli agenti residenti nelle zone interessate dal terremoto delle provvidenze stanziate, indirizzandoli alle nostre sedi periferiche per l’espletamento delle pratiche.

Modulistica e ulteriori dettagli sono già disponibili sul sito dell’Enasarco

www.enasarco.it.

Ufficio Stampa Usarci Teramo

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Archivi