L’Attuale contesto di riferimento sollecita insistentemente le aziende e le istituzioni a focalizzarsi sui concetti di etica e responsabilità sociale d’impresa.

L’importanza di tali valori è rivendicata dal bilancio sociale, che in essi trova fondamento e ragion d’essere.

Questo genere di rendicontazione, affiancandosi ai documenti informativi più tradizionali, permette al mercato e agli stakeholder di conoscere e valutare i risultati dell’attività aziendale nella sfera sociale, nella contingenza ambientale e nella dimensione etica.

Il bilancio sociale di ATSC – ad opera del coordinatore scientifico prof. Christian Corsi docente di Economia Aziendale all’Università di Teramo – sarà presentato il 21 marzo 2016 in occasione del convegno “Una nuova primavera per l’Enasarco… con noi decidi tu”, alla presenza di Brunetto Boco, presidente della Fondazione Enasarco.

Il documento, in cui sono descritti analiticamente i motivi per cui si sostengono determinati investimenti, illustra dettagliatamente gli esiti del processo che l’organizzazione ha stabilito di adottare per crescere e valorizzare il rapporto con i propri interlocutori.

Il suo rilievo aumenta in misura pressoché proporzionale all’attenzione che l’ottica della sostenibilità riserva alle tematiche riguardanti la produzione aziendale, a compensazione della trascuratezza con cui, in passato, sono state considerate le risorse ambientali, economiche e sociali.

Al pari di altri valori derivanti dalle sue attività, l’associazione ATSC (Agenti Teramo Senza Confini) – con il presidente Franco Damiani – vuole rendicontare e veicolare all’esterno anche la propria socialità e, in conformità alla mission dichiarata, esplicitare i risultati conseguiti e da conseguire in relazione all’obiettivo di qualificare la professione di agente di commercio attraverso un percorso di alta formazione realizzato in stretta sinergia con la facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo.

Un’accorta osservazione delle peculiarità e delle tendenze evolutive che attraversano l’attuale mondo del lavoro rende inderogabile riconoscere nella formazione la prima e più essenziale soluzione per conservare la competitività nel proprio mercato di riferimento e, conseguentemente, soddisfare i bisogni espressi dalle imprese.

Il consolidamento del legame tra Università e mondo del lavoro permette, con un’alta specializzazione, di fronteggiare gli effetti della crisi e configurare le proprie risorse in modo da ottemperare alle richieste e alle esigenze del mercato.

La lista “Per Enasarco il tuo welfare, con noi decidi tu” nasce per dar ragione di tale analisi situazionale.

Nello specifico, si propone di migliorare la sicurezza delle condizioni di lavoro degli agenti di commercio, con particolare attenzione ai piani pensionistici e alla valorizzazione del patrimonio.

A mezzo della Fondazione, e at- traverso la creazione della Enasarco Card, la Lista lavorerà per assicurare un sistema di welfare e assistenza che tuteli le famiglie e interverrà a favore di protezione sanitaria, sostegno al reddito in caso di inattività, formazione continua e politica di incentivazione per i giovani che intraprendono la professione di agente di commercio.

In ultimo, si adopererà per realizzare un net- work di convenzioni e accordi comprensivo di una ricca offerta di servizi per il lavoro e il tempo libero, che integri il più possibile tutti gli associati con il sistema di welfare.

ITALIA OGGI
21 MARZO 2016

 

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Archivi