Scienze della comunicazione, facoltà che punta all’innovazione e che si proietta in maniera decisa all’esterno. E quindi rafforza rapporti con le aziende abruzzesi e non solo, ma anche le sinergie con altre agenzie formative fino ad arrivare alle lezioni fuori della sede naturale dell’ateneo, a Roma o a Milano.

Il Preside, Christian Corsi, è al lavoro da un paio di mesi e in primis ha rinnovato l’offerta formativa per triennali e magistrali «(…) ci siamo messi a lavorare su un nuovo corso di studi, con iscrizioni dal 1° agosto: una magistrale che rafforzerà le tematiche in comunicazione sia in ambito aziendale che pubblico: gli studenti della triennale in Scienze della comunicazione avranno anche la magistrale in italiano (…) di fatto avviamo la scuola per creare la futura classe accademica sulle Scienze della comunicazione, è un risultato straordinario».

Scienze della comunicazione è la prima facoltà in Italia che si sposta a fare lezioni a Roma e Milano. «Stiamo intensificando progetto con i lavoratori, dagli agenti di commercio ai bancari, ai promotori finanziari, agli impiegati di enti pubblici: ogni anno si iscrivono 150 lavoratori da ogni parte d’Italia ed i docenti gratuitamente una volta al mese vanno a Roma e Milano a fare lezione. Loro vengono a Teramo a fare gli esami. La settimana scorsa ne sono arrivati 450 da tutta Italia, per alloggiarli a Giulianova hanno riaperto gli alberghi. Determinante il coordinamento dell’associazione ATSC coordinata da Franco Damiani».

 

 

Per leggere l'intero articolo CLICCA QUI

 

 

Ufficio stampa ATSC

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Archivi