Grazie all’invito del Presidente di Usarci Pescara Bruno Rossi, a partecipare al loro 19° congresso, ho avuto il piacere di incontrare, ascoltare e conoscere i tanti colleghi presenti.
Il presidente nella sua relazione, ha evidenziato come l’agente di commercio, per poter competere in un mercato sempre più difficile e selettivo, deve trasformarsi, attraverso una formazione specifica e mirata, in un moderno consulente, per affiancare il cliente nelle scelte commerciali, cessando cosi di essere solo un venditore tradizionale .
Ho condiviso pienamente queste considerazioni del presidente, in quanto in linea con i miei programmi nazionali, dove la cultura della formazione, la creazione di un codice deontologico, la certificazione di qualità, ci porteranno a dare valore aggiunto alla nostra attività, al fine di essere annoverata, anche normativamente, tra le professioni riconosciute.
E’ stata per me anche l’occasione per ribadire la vicinanza alla nostra categoria dell’assessore Regionale al lavoro Paolo Gatti, promotore del progetto “VIP Voucher” al quale è ancora possibile aderire, attraverso il bando per corsi di certificazione della qualità dell’agente di commercio, completamente finanziato.
Il vice presidente della Giunta regionale con delega allo Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione, presente al congresso, ha riconosciuto al nostro sindacato di essere associazione competente e professionale. Ha poi condiviso con noi l’esigenza di una patente professionale, pronto a sottoscrivere come Regione una richiesta da fare al prossimo governo, da sostenere anche con altre Regioni.
L’assessore al lavoro della Provincia di Pescara Antonio Martorella ha evidenziato che le Associazioni e le istituzioni sono una risorsa e sono da utilizzare come sinergia per il bene comune, lavoro e sviluppo economico.
Non posso non segnalare un momento particolarmente emozionante del congresso, quando Gianni Di Pietro ha annunciato che dopo tanti anni di militanza attiva nel sindacato, non si sarebbe ricandidato, lasciando spazio a giovani, certo di un sicuro cambiamento e rinnovamento.
Tutta la sala gremita di colleghi in piedi ha tributato un lungo e caloroso applauso, in segno di stima e di riconoscenza per tutto quello che ha dato, con passione e dedizione, alla categoria.
Grazie Gianni anche da parte mia, perchè, come hai detto, sarai sempre con noi a spronarci per fare meglio per la nostra categoria.

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Archivi