Si è svolto in data 14 e 15 luglio, a Treviso, il corso di aggiornamento professionale L’agente consulente. Vendere con successo e fidelizzare la clientela con la costruzione del valore nei mercati B to B, tenuto dal Professor Marco Galdenzi, docente dell’Università degli Studi di Teramo.

Nei mercati business to business l’obiettivo è quello di creare relazioni durature nel tempo che consentano di effettuare vendite ripetute. Per ottenere questo risultato, in mercati sempre più difficili e competitivi, non è sufficiente affidarsi alle proprie capacità di persuasione, ma è necessario offrire soluzioni, mettendo al centro del processo di vendita non il prodotto ma il cliente. Tutte le ricerche effettuate a livello nazionale ed internazionale, dimostrano che i professionisti delle vendite “high performance” sono quelli in grado di costruire valore per l’organizzazione del cliente.

Da questo punto di vista, il corso ha avuto lo scopo di fornire ai partecipanti un metodo operativo per l’attuazione nei mercati B to B della vendita consulenziale. La finalità è stata, quindi, quella di accompagnare, con un taglio concreto e di facile implementazione, il professionista nell’acquisizione delle tecniche per migliorare i propri risultati attraverso la costruzione del valore per il cliente.

I corsisti hanno potuto usufruire del rimborso del 50% del costo del corso da parte della Fondazione Enasarco, che ha stanziato un fondo destinato alla contribuzione per la formazione degli agenti.

Il professor Galdenzi ha redatto un resoconto del corso stesso sulla base di un questionario di customer satisfation sottoposto a tutti i partecipanti. Di seguito riportiamo il contenuto del riesame:

«Sulla base delle evidenze emerse dall’analisi dei questionari sulla customer satisfaction somministrati ai discenti al termine del corso, si può affermare che l’intervento formativo è risultato assolutamente conforme alle aspettative. In particolare il punteggio medio assegnato alla valutazione globale del corso è stato di 4,80 testimoniando un elevato livello di soddisfazione complessiva.

I giudizi espressi hanno ottenuto punteggi nelle diverse sezioni del questionario, che sono variati da 4,55 a 4,95 a riprova che non ci sono state aree di insoddisfazione. In particolare i discenti hanno ritenuto che gli obiettivi sono stati raggiunti, l’efficacia didattica è risultata positiva, così come l’organizzazione del corso e la ricaduta professionale.

La totalità dei partecipanti ha dichiarato che consiglierebbe il percorso formativo ad un suo collega.

Gli argomenti che hanno destato maggiore interesse sono stati quelli caratterizzanti il corso, una sola segnalazione ricevuta per gli “argomenti meno interessanti”, fatta da un corsista che già conosceva lo strumento presentato. Tutto ciò potrebbe essere indicativo della congruità dei contenuti pianificati in relazione al target dei partecipanti.

Analizzando gli argomenti che sarebbero considerati di interesse per eventuali approfondimenti, si evidenzia il desiderio di un approfondimento delle problematiche affrontate  in relazione alle esigenze che connotano i diversi ambiti di operatività. Lo spunto potrebbe essere di interesse per la progettazione di futuri interventi.

Facendo invece riferimento alle percezioni soggettive rilevate dal docente va sicuramente evidenziata la partecipazione attiva e l’attenzione dei corsisti. Così come la disponibilità a mettere in discussione le proprie idee e convinzioni.

Alla luce di tutto ciò il riesame di progettazione ed erogazione del corso, ha avuto esito positivo e pertanto si ritiene che il corso possa proficuamente essere ripetuto».

 

…con ATSC non si è mai soli !!!

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti

Si è svolto in data 14 e 15 luglio, a Treviso, il corso di aggiornamento professionale L’agente consulente. Vendere con successo e fidelizzare la clientela con la costruzione del valore nei mercati B to B, tenuto dal Professor Marco Galdenzi, docente dell’Università degli Studi di Teramo.

Nei mercati business to business l’obiettivo è quello di creare relazioni durature nel tempo che consentano di effettuare vendite ripetute. Per ottenere questo risultato, in mercati sempre più difficili e competitivi, non è sufficiente affidarsi alle proprie capacità di persuasione, ma è necessario offrire soluzioni, mettendo al centro del processo di vendita non il prodotto ma il cliente. Tutte le ricerche effettuate a livello nazionale ed internazionale, dimostrano che i professionisti delle vendite “high performance” sono quelli in grado di costruire valore per l’organizzazione del cliente.

Da questo punto di vista, il corso ha avuto lo scopo di fornire ai partecipanti un metodo operativo per l’attuazione nei mercati B to B della vendita consulenziale. La finalità è stata, quindi, quella di accompagnare, con un taglio concreto e di facile implementazione, il professionista nell’acquisizione delle tecniche per migliorare i propri risultati attraverso la costruzione del valore per il cliente.

I corsisti hanno potuto usufruire del rimborso del 50% del costo del corso da parte della Fondazione Enasarco, che ha stanziato un fondo destinato alla contribuzione per la formazione degli agenti.

Il professor Galdenzi ha redatto un resoconto del corso stesso sulla base di un questionario di customer satisfation sottoposto a tutti i partecipanti. Di seguito riportiamo il contenuto del riesame:

«Sulla base delle evidenze emerse dall’analisi dei questionari sulla customer satisfaction somministrati ai discenti al termine del corso, si può affermare che l’intervento formativo è risultato assolutamente conforme alle aspettative. In particolare il punteggio medio assegnato alla valutazione globale del corso è stato di 4,80 testimoniando un elevato livello di soddisfazione complessiva.

I giudizi espressi hanno ottenuto punteggi nelle diverse sezioni del questionario, che sono variati da 4,55 a 4,95 a riprova che non ci sono state aree di insoddisfazione. In particolare i discenti hanno ritenuto che gli obiettivi sono stati raggiunti, l’efficacia didattica è risultata positiva, così come l’organizzazione del corso e la ricaduta professionale.

La totalità dei partecipanti ha dichiarato che consiglierebbe il percorso formativo ad un suo collega.

Gli argomenti che hanno destato maggiore interesse sono stati quelli caratterizzanti il corso, una sola segnalazione ricevuta per gli “argomenti meno interessanti”, fatta da un corsista che già conosceva lo strumento presentato. Tutto ciò potrebbe essere indicativo della congruità dei contenuti pianificati in relazione al target dei partecipanti.

Analizzando gli argomenti che sarebbero considerati di interesse per eventuali approfondimenti, si evidenzia il desiderio di un approfondimento delle problematiche affrontate  in relazione alle esigenze che connotano i diversi ambiti di operatività. Lo spunto potrebbe essere di interesse per la progettazione di futuri interventi.

Facendo invece riferimento alle percezioni soggettive rilevate dal docente va sicuramente evidenziata la partecipazione attiva e l’attenzione dei corsisti. Così come la disponibilità a mettere in discussione le proprie idee e convinzioni.

Alla luce di tutto ciò il riesame di progettazione ed erogazione del corso, ha avuto esito positivo e pertanto si ritiene che il corso possa proficuamente essere ripetuto».

 

…con ATSC non si è mai soli !!!

Condividi questo articolo sulla tua piattaforma preferita!

Articoli recenti